D come raffreddore, S come futuro.

Il dolore è come un raffreddore, che un giorno ti svegli e magicamente non starnutisci più. La cosa difficile è riprendere il ritmo, perchè è un pò come ricominciare a correre senza l’amico di sempre che facendo il metronomo ti teneva il tempo. E i sogni ricominciano a salire a galla, come la nebbia che scala i fossi, come quando … Continua a leggere

Mi hanno clonato!!

Ho aperto questo blog poco più di un anno fa e l’ho fatto con lo scopo di aprire una valvola di sfogo fra me ed il mio alter ego. Con lo scopo di scindere le mie due essenze, di dividerle, di spaccarle in due per avere la possibilità di farle guardare a vicenda in maniera distaccata ed oggettiva. Non ho … Continua a leggere

Gira la ruota…

Tocca a te.. Di nuovo… Gira la ruota… E scegli una consonante…. Forse stavolta la becchi, e quella donnina con le chiappe al vento si avvicinierà al pannello illuminato… Forse stavolta, la soluzione la indovinerai… Forse.. Mentre tanto guardi quella ruota che gira, e in ognuno di quegli spicchi colorati, vedi il volto di qualcuno. Vedi il viso di chi è … Continua a leggere

Io e lo Zen…

Ho letto un libro in questi giorni, un buon modo per passare il tempo ho pensato. Bhè.. direi che è stato qualcosa di più, che passare del tempo. “Il dito e la luna” di Alejandro Jodorowsky, rancconti zen, haiku, koan. E credo che la cara amica che me l’ha regalato, sapesse già con largo anticipo l’effetto che avrebbe avuto su … Continua a leggere

Prefazione

” La solitudine è il destino di tutte le grandi menti: un destino a volte deplorato, ma sempre scelto come il minore di due mali “ (Arthur Schopenhauer)  Bene.. questo blog nasce da qui, da questo aforisma di Schopenhauer e dalla sua visione pessimistica della vita, che ad oggi.. superati di poco i 30 anni è anche la mia. Mi ritengo … Continua a leggere